LA CIVILTA’ DEL SOLE

Il modello energetico dell’era industriale e consumistica, dall’inizio dell’800 al dopoguerra e fino a oggi, in maniera esponenzialmente crescente, è stato fondato sul consumo abnorme dell’energia. Ogni anno si consuma nel mondo l’energia che la Terra ha fossilizzato in un milione di anni e forse più: in duecento anni l’umanità, o meglio una piccola parte di essa, ha dilapidato la riserva accumulatasi in un’intera era geologica, scaricando nell’atmosfera - come mortali veleni per la vita stessa del Pianeta - la materia che la custodiva, in quantità immani oltre ogni immaginazione. E’ in questa profondissima innaturalità la causa della totale insostenibilità dell’attuale sviluppo e della società a esso connessa. La Civiltà del Sole, con il pensiero, la cultura e la scienza che la formano, è il necessario nuovo cammino dell’umanità per il suo progredire e il suo ritrovarsi con la natura.